Alessandra Ariatti

La dimensione spirituale dell’opera

Collezione Maramotti, Reggio Emilia. Incontro con Alessandra Ariatti (Reggio Emilia 1967, vive a Borzano di Albinea), che ci racconta delle opere realizzate nel corso di quattro anni per la mostra Ritratto di donne, dei personaggi che ha scelto per le loro qualità morali, dei titoli individuati dalle donne raffigurate, della sua modalità di lavoro, di cosa rappresenta per lei la pittura e di come ci si dovrebbe porre davanti a un’opera.

“Si legge un quadro con la parte più creativa di sè. La pittura è interiorità, è un viaggio, conta più il processo con la pittura”.

“Ognuno si avvicina a un’opera in base al proprio vissuto, un quadro va visto in solitudine, va ascoltato con il cuore”.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... 468 ad