Lock

Performance di Loredana Longo

Una azione performativa che fa riflettere sulla vita attuale, coerente con il pensiero di Loredana Longo che indaga qui il tema della libertà, o non libertà, come è d’altra parte il suo lavoro, sempre ispirato a tematiche umane, sociali, politiche.

Il cemento è stato più volte utilizzato dall’artista con significati differenti, allusivo al potere finanziario o alla speculazione edilizia; in questo caso è metafora di una condizione/costrizione dell’individuo.

A cura di Pietro Gaglianò, con la partecipazione di otto performer, Albien Alushaj, Ennio Celli, Arber Elezi, Stefano Giuri, Nicola Pedroni, Mosè Risaliti, Ludovico Riviera, Carlo Salvador, LOCK ha avuto luogo nel Teatro Studio Krypton di Scandicci il 6 dicembre 2013.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... 468 ad