Elena El Asmar

Ho incontrato Elena El Asmar alla Filanda.

Compagna di Luca Pancrazzi, anche lei ha alle spalle studi all’Accademia e anni di passione per l’arte.
Elena mi ha fatto vedere il suo lavoro, una serie di dipinti su determinati temi, installazioni realizzate con oggetti di uso quotidiano, bottiglie, garze, plastiche.

E’ una ragazza dai tratti mediorientali, ma con una bella parlata toscana.
La conversazione tra noi è stata spontanea -tra donne ci si riconosce- circa la sua vita, i suoi passaggi artistici. E ho scoperto che già all’età di cinque anni realizzava disegni colorati sotto i quali indicava una cifra, come se l’opera fosse in vendita, o della sua abitudine ad alzarsi presto la mattina, per cogliere lentamente, in silenzio, i passaggi tra la notte e il nuovo giorno.

Questi passaggi delicati si ritrovano nel suo lavoro pittorico, che è rarefatto, quasi stilizzato, con forme che sembrano venire da lontano, ma che sono anche l’essenza di quell’albero, l’anima delle cose che fissa, con vari passaggi, da carta a carta, con inchiostri, colori, e stratificazioni, fino ad ottenere delicati grafismi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... 468 ad