La Piramide di Mauro Staccioli

Piramide come luogo di accoglienza della luce

Incontro all’Atelier degli Artisti a Tusa con Mauro Staccioli per parlare della Piramide a Motta d’Affermo, terminata nel 2010 nel percorso del museo all’aperto di Fiumara d’Arte, per capire come è nata l’idea di realizzare questa importante opera, segno riconoscibile di quel luogo, dei materiali utilizzati e del significato della luce che incide sulle pareti triangolari. Staccioli ha voluto coinvolgere il paesaggio, collocando la Piramide tra Cefalù, le Isole Eolie e Capo d’Orlando.

Al concetto di immortalità, che deriva dalle piramidi egiziane, qui Staccioli pone invece attenzione alla vita nel suo divenire, con un luogo che accoglie, che si lega alla natura circostante e che invita alla riflessione e alla condivisione della bellezza.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... 468 ad