Masbedo

L’artista come parassita sacrale

Incontro con Nicolò Massazza e Iacopo BedogniMasbedo – a Sarzana, in occasione del Festival della Mente, un “approfonditaMente” per capire cosa significa essere artisti oggi, per riflettere sul sistema dell’arte e parlare del loro lavoro di videoartisti.

Parentesi: tantissimi gli incontri, una vera maratona della mente. Quest’anno il tema del festival era sulla creatività, quindi molte le riflessioni sui processi creativi, dalla musica alla scrittura, dalla storia e filosofia alle neuroscienze, dal teatro al cibo o alla botanica.

A noi interessa l’arte e l’incontro con Masbedo (con audio di sala!), le riflessioni sull’essere artisti oggi, la definizione che si sono scelti di “parassita sacrale” per condizione, perchè l’artista necessita di attingere dalla realtà per sopravvivere, per sublimarla e trasformarla in arma di resistenza, è testimonianza sincera e diretta.

Nicolò e Iacopo spiegano la grammatica del linguaggio video, di come sia necessario per loro attingere da differenti fonti a partire dalla letteratura, loro primo orizzonte, in un approccio sempre multidisciplianare. Si esprimono per immagini e parlano di “narrativa visiva”; scelgono i protagonisti dei loro video per la fisicità, la capacità corporea ed espressiva. Interprete dei loro lavori è spesso la natura, non madre ma matrigna, perchè è una natura non consolatoria, primitiva e scomoda, luogo ideale dove mettere in scena il tema dell’incomunicabilità.

Fare arte è una urgenza.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... 468 ad